01 maggio 2016 ~ 0 Commenti

1° maggio. Erbe alle ketamine: un affronto a chi lavora.

ketamine_lg_1Non risulta, non esiste, non si tollera, nessuno lo tollera.  E poi il 1°maggio !  Festa del Lavoro. E delle lavoratrici, e dei lavoratori, di tutti gli operatori, anche di coloro che lavorano a 360° nel mondo delle erbe, medici compresi.

E’ un pensiero che cova dentro, e che certo proprio oggi non possiamo tenercelo dentro.

Il settore delle erbe in generale, officinali, medicinali e ad uso erboristico in particolare, soffre, soffre molto, come gli altri settori, e più degli altri perché è volutamente relegato in un angolino di indifferenza, se non peggio. Bistrattato. La categoria degli erboristi poi, benché appassionati e studiosi, che darebbero l’anima per la loro attività e per imparare, non hanno ancora oggi un profilo professionale adeguato, molti studiano e spendono, corsi di qui, corsi di la, poi senza lavoro alcuno.  Molti costretti a chiudere. Prospettive per i neolaureati: nessuna. Credibilità, quando ce l’hanno, spesso distrutta da frasi, articoli, concetti, spesso espressi male, spesso azioni anche involontare, o volontarie, spesso non-azioni.  Tutti dicono di volersene occupare, ma nessuno se ne occupa realmente, in particolare gli unici che potrebbero intervenire, cioè i politici.  Fin quando poi non intervengono certi giornalisti, esperti e illuminati….che, magari con una frase buttata là … possono finir di dare  anche una bella spallata ad un settore lavorativo già precario di suo,  come quello appunto dell’erboristeria.

Basta ad esempio una frase come questa “…le ketamine, anestetici per cavalli, pericolosissime, magari, mentre noi stiamo qui parlando, i nostri ragazzini delle medie le stanno comprando in erboristeria…” a generare gravissimi dubbi in chi ascolta …. Ovvio.

Ma stiamo scherzando ???

Se vuoi vedere il programma cui ci riferiamo collegati qui

Divulgare, e soprattutto riuscire a farlo, è un compito morale oltre che professionale, ed impone :

1) Conoscenza. Far sapere è compito di chi sa già

2) Rispetto profondo rispetto verso gli interlocutori, una capacità amplissima di entrare nei sentimenti di chi ascolta, con una esposizione non condotta dalle attese di chi assiste  ma orientata al vero

3) In più, ovviamente,  attenzione a non fare danni…

Mi sembra che in questo caso ci siano argomenti sui quali il mondo dei lavoratori e operatori delle erbe, sanitari e non, in questo 1° maggio, abbia di che sentirsi ulteriormente umilato da queste false notizie sulle ketamine in erboristeria, buttate là come consolidate verità.

Attenzione ai boomerang però … (anche se a quelli ci penseranno semmai le associazioni di categoria).

Nel frattempo noi tutti continueremo ben tranquilli, ci mancherebbe, a fare il nostro lavoro. Mica ci fa paura il fatto che le erbe  periodicamente vengano denigrate in TV, sui giornali, ora da certi ricercatori ora da chiunque altro. A questo ci siamo abituati …

Ci rode piuttosto che a rimetterci siano invece proprio i lavoratori. E in un giorno come quello di oggi non possiamo far finta di niente…

1° maggio 2016

Fabio Firenzuoli

 

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali