15 febbraio 2014 ~ 4 Commenti

Erbe e ciclosporina

Erbe e ciclosporina

Erbe e ciclosporina

Numerosi sono i farmaci e le erbe (J Toxicol. 2014;2014:145325) che interagiscono con la Ciclosporina, modulandone la farmacocinetica. Si tratta, come noto, di un immunosoppressore importante, salvavita ad esempio per I pazienti trapiantati.

Il problema è emerso all’attenzione della comunità scientifica nel febbraio del 2000, quando furono pubblicati due casi di rigetto cardiaco in pazienti che avevano assunto un estratto di Iperico a scopo antidepressivo. Allora, nessuno immaginava che potesse rendere del tutto inefficacia l’attività del farmaco, appunto la ciclosporina.iperico rigetto cardiaco

Livello di ciclosporina abbassato durante terapia con Iperico (SJW)

Livello di ciclosporina abbassato durante terapia con Iperico (SJW)

La sua biodisponibilità è modultata dal CYP3A4 e CYP3A5 e della proteina P – glicoproteina ( P – gp) In alcuni casi vi sono evidenze cliniche, in altri su animali in altri ancora in vitro soltanto. Ma in casi a rischio come questi, quelli cioè dei trapiantati d’organo, anche in assenza di evidenze cliniche è bene comunque sconsigliare sempre l’assunzione di prodotti a base di erbe onde evitare rischi pericolosissimi. Eventualmente parlarne prima sempre con il medico specialista.

Oltre all’ Iperico e al Pompelmo, le piante più note per i rischi concreti di interazioni, vi sono diverse altre capaci di ridurre o di aumentare il livello di ciclosporina nel sangue e di conseguenza di modularne l’attività biologica.

E tra queste senz’altro stupisce trovarci la Camomilla !

La maggior parte delle erbe non sono mai state testate.


Fabio Firenzuoli

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali