12 gennaio 2014 ~ 0 Commenti

Fitoterapia clinica, cosa ?

ImmagineRisale ad ormai dieci anni fa un importante convegno organizzato dall’ Istituto Superiore di Sanità sulle piante medicinali, al quale tenni una relazione dal titolo “Fitoterapia clinica: opportunità e problematiche”.

Che significa in parole semplici “fitoterapia clinica” ? Forse è intuitivo, ma lo sintetizzo: significa applicare tutte le conoscenze  che vengono dalla medicina tradizionale, dalla etnomedicina, dalla farmacologia, dalla ricerca di base e dalla medicina delle evidenze, ai bisogni del paziente… Sembra facile vero ? Invece poi nella pratica  non lo è per nulla …

Abbiamo spesso linee guida e protocolli per singole malattie, ormai codificati, abbiamo disponibili alcune evidenze di efficacia dimostrate anche per alcuni fitoterapici in specifiche condizioni patologiche, ok,  ma quando andiamo ad applicare le conoscenze che ci vengono da questi dati al paziente reale, ebbene allora poi ci troviamo di fronte ad un unicum, con le sue peculiarità, le sue aspettative, la sua biologia, le sue malattie più o meno recenti, le sue terapie, e qui il gioco si complica…

E noi abbiamo l’obbligo di applicare le conoscenze che ci vengono dalla scienza alle esigenze dell’individuo, e di fatto, nella pratica clinica, non possiamo applicare i “protocolli” sic et simpliciter … Non dobbiamo partire dall’alto della scienza per calarsi sul paziente, ma dobbiamo semplicemente ragionare all’inverso: l’oggetto della nostra attività deve essere non il farmaco, non le evidenze, non le piante medicinali, non le regole, non la malattia, ma il paziente… e quel paziente! E quindi non possiamo pretendere di curare l’asma, perchè nella pratica clinica l’asma non esiste, se non sui libri di testo e sulle riviste, ma di curare quel paziente con l’asma. Quel paziente esiste, con la sua asma, e con tante altre cose, tanti altri aspetti, biologici e non solo, che inevitabilmente possono modificare il percorso non solo e non tanto diagnostico, ma soprattutto terapeutico.

E poi le cose ancora rischiano di complicarsi ancor più se intendiamo utilizzare una pianta medicinale, che già di suo è un complesso variabile di sostanze attive… Ma anche di questo ne parleremo semmai in un’altra occasione.

E appunto per questi motivi, la sezione “fitoterapia clinica” del Blog, vedrà periodicamente la descrizione di singoli casi clinici … al fine di sollecitare domande, e suscitare risposte, proposte di terapie, con le relative discussioni che ne devono necessariamente scaturire…

E solo per vostra conoscenza, chi fosse interessato alla lettura, può intanto vedere l’ articolo relativo al mio intervento congressuale, pubblicato l’anno successivo sugli Annali dell’ ISS.

Intanto buona lettura ! Che poi ne parliamo…

FF

 

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali