05 febbraio 2017 ~ 5 Commenti

Le “naturali” reazioni avverse da Riso rosso

risoRecentissima la pubblicazione sul  British Journal of Clinical Pharmacology, dei dati relativi alle segnalazioni di reazioni avverse correlabili alla assunzione di integratori a base di riso rosso fermentato. Questo prodotto “naturale, è presente in una quantità innumerevole di integratori di libera vendita, utilizzati per ridurre l’ipercolesterolemia (spesso anche senza controllo medico), talvolta anche da pazienti intolleranti alle statine, o in associazione ad altri farmaci o erbe, che oltretutto influenzarne il metabolismo stesso.

Ritenuto abitualmente più sicuro proprio perché “naturale”, in realtà questo lavoro, condotto dai colleghi dell’ Istituto Superiore di Sanità, passa in rassegna tutte le sospette reazioni avverse segnalate. Abbastanza attese in verità, perché sappiamo bene che il riso rosso fermentato con il fungo Monascus, contiene statine simili o identiche a quelle di sintesi, e quindi con simili potenziali effetti collaterali. Tanto che su 52 soggetti un quarto ha necessitato pure il ricovero in ospedale.

E le più importanti reazioni sono registrate sono:

  • Dolori muscolari (fino ad un caso di rabdomiolisi vera e propria)
  • Aumento del CPK
  • Disturbi gastrointestinali
  • Danni al fegato
  • Razioni dermatologiche

Fondamentale è quindi informare, non solo e non tanto i pazienti, quanto chi consiglia o prescrive questi prodotti, soprattutto a pazienti che già abbiano avuto problemi con le statine. In questi casi infatti occorrono strategie, anche naturali, ben precise, per difenderli dai danni muscolari ed epatici.

Tre considerazioni a margine di questa rassegna.

Primo: se le 52  segnalazioni ricevute sembrassero poche, c’è da considerare il bassissimo tasso di segnalazione, abituale, da parte dei sanitari, inferiore al 10%.

Secondo: quasi tutti i prodotti segnalati contengono 3 mg di monacolina, mentre oggi la maggior parte dei prodotti sul mercato ne contiene 10 mg. Per cui c’è da aspettarsi una reale presenza di danni ben superiore a quella solo teorizzata.

Terzo: nell’estratto di riso rosso oltre alla monacolina dichiarata vi sono anche altre monacoline, e questo può essere un altro motivo di reazioni avverse anche a bassi dosaggi.

E poi, mi concedo una considerazione finale: con lo sviluppo del mercato del riso rosso e degli integratori che lo contengono, spesso presentati dalle aziende direttamente ai medici come farmaci naturali alternativi alle statine di sintesi (anche per ridurre il budget dei medici), sembra quasi che le opportunità della fitoterapia nei casi di dislipidemie siano oggi quasi circoscritte al solo riso rosso fermentato …

E questo è un danno non solo per i pazienti ma anche per le erbe stesse …

Fabio Firenzuoli

 

PS 1

Nell’articolo completo potrete leggere dettagliate tutte le reazioni e tutti i prodotti segnalati.

PS 2

E se poi anche voi voleste contribuire a incrementare le segnalazioni di sospette reazioni avverse a prodotti naturali, ecco la scheda prevista

 

 

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali