Archivio | Piante e derivati

26 febbraio 2017 ~ 0 Commenti

Zafferano, galeotto fu il risotto…

Due giorni fa mi chiama una collega, raccontandomi un fatto increscioso dello scorso autunno, che ora però sta assumendo tinte scure… Durante una passeggiata con un’amica raccolsero fiori di Zafferano spontaneo per farne un buon risotto. Detto fatto. Mangiato e… corsa all’ospedale: crampi, nausea, vomito, diarrea. Diagnosi: grave intossicazione da risotto al Colchico e non […]

Continua la lettura

03 dicembre 2016 ~ 0 Commenti

Curarsi con le erbe al mercatino …

Un donna di 63 anni sembra si sia intossicata con una bevanda fatta in casa a base di Consolida, assunta per un suo problema di insonnia… 10 ore di vomito, palpitazioni ed episodi presincopalàe. Ricovero al dipartimento di emergenza. Non aveva precedenti fattori di storia cardiaca o di rischio cardiaci, e non prende farmaci regolari. […]

Continua la lettura

23 ottobre 2016 ~ 0 Commenti

Noccioline ai ricercatori

Nelle erbe non c’è nulla di buono. Non c’è nulla. Non c’è nulla. Non c’è nulla… Solo acqua fresca. Usare le erbe in medicina significa fare medicina preistorica, e chi le usa è da ritenere un apprendista stregone. Come un mantra, periodicamente, quando con una faccia quando con un’altra, esponenti di una certa ottusa popolazione, vanno […]

Continua la lettura

02 ottobre 2016 ~ 0 Commenti

Corbezzolo, ben oltre la tisana.

Piccole lampadine rosse e gialle, accese nel verde scuro del bosco. Ieri l’ho riconosciuto subito da lontano, appunto per i suoi frutti maturi, e mi si è contemporaneamente accesa la mente con idee nuove, proprio circa la destinazione di quel boschetto… Quella pianta sembrava messa lì apposta.  E quei frutti coloratissimi ugualmente apposta perché io la […]

Continua la lettura

11 settembre 2016 ~ 0 Commenti

Efedra: scartando scartando…

Scartando l’ Efedra dall’elenco delle piante liberamente utilizzabili perché pericolosa, ben han fatto le Autorità sanitarie. Così avrei scritto qualche anno fa. Semplicemente. Non merita più utilizzarla in prodotti dimagranti, né, in quanto dopante, per gli sportivi, neppure sotto mentite spoglie. Punto e basta. Scartando invece l’ Efedra che vedete nella foto, regalatami da un collega anestesista, sono rimasto estasiato: dal […]

Continua la lettura