26 febbraio 2017 ~ 0 Commenti

Zafferano, galeotto fu il risotto…

Schermata 2017-02-26 alle 07.47.39

F.Firenzuoli. Le insidie del Naturale, LSWR, 2017

Due giorni fa mi chiama una collega, raccontandomi un fatto increscioso dello scorso autunno, che ora però sta assumendo tinte scure…

Durante una passeggiata con un’amica raccolsero fiori di Zafferano spontaneo per farne un buon risotto.

Detto fatto. Mangiato e… corsa all’ospedale: crampi, nausea, vomito, diarrea.

Diagnosi: grave intossicazione da risotto al Colchico e non allo Zafferano.

A seguire, nei mesi successivi, disturbi del sangue,  danni neurologici periferici, perdita dei capelli.

Infine, poi, fortunatamente tutto risolto. Ma poteva essere mortale. Il caso sembrava andato a buon fine.

Fino ad un certo punto però, perché invece, ora, l’amica le chiede i danni per una patologia che le è appena insorta e che, da letteratura, non ha proprio alcuna relazione con l’intossicazione da Colchico.

E intanto sono avvocati, perizie, tribunali, soldi, preoccupazioni, dispiaceri, ecc. Ed era un’amica…

Colpa del colchico ? del risotto ? dell’amica ? della cuoca ? della raccoglitrice ? del fato ? Beh… non certo dello Zafferano che non c’era neppure.

Colchico

Colchico

Colpe a parte, vedremo come andrà a finire… Penso bene, ma intanto sono grattacapi non banali.

Di certo però una cosa io l’avevo già scritta nel decalogo della raccolta delle erbe spontanee appena pubblicato nel libro  LE INSIDIE … del  Naturale: non raccogliete erbe spontanee se non le conoscete bene !

Tutto questo caos nello specifico è successo perché proprio il fiore dello Zafferano è molto (ma molto !) simile a quello del Colchico, e può essere confuso appunto con esso. Con gravi danni non solo alla salute fisica ma anche alla mente, ma anche al portafoglio.

Come riconoscerlo ? A parte altre differenze, il fiore Colchico è superdotato, ha 6 stami, gli organi sessuali appunto, mentre lo Zafferano ne ha solo 3. E quando invece è in foglia non dimenticate che può essere scambiato per Aglio ursino.

Mentre un pensiero va alla collega sfortunata, una raccomandazione invece va a tutti coloro che credono di sapere … facendo a meno degli esperti, anche per la raccolta delle piante. Orgoglio naturale, un’insidia in più, forse  ?

Buona domenica

Fabio Firenzuoli

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali